Creare Sito Con WordPress

Come Creare un Sito Internet Con CMS WordPress

Questo articolo affronta la tematica della realizzazione di un sito web, usando il CMS più conosciuto al mondo e dalle grandi potenzialità che esso offre. Questa guida non ha lo scopo di guidare l’utente passo passo per la realizzazione del suo sito web che sia un blog, un sito vetrina o e-commerce ma semplicemente illustrare quali siano le procedure per avviare il proprio sito internet.

Iniziamo con il dire che l’introduzione di WP nel palcoscenico del web, ha apportato una grande possibilità per tutti coloro che amano il fai da te. Usare WordPress non implica la necessità di conoscere il codice sorgete di un sito e non necessita dunque, conoscenze a livello di programmazione. Va anche detto che poter realizzare siti web professionali e performanti, richiede comunque una preparazione sotto il punto di vista grafico e anche della conoscenza di codici HTML, php o CSS. Non allarmarti ! se il tuo obbiettivo è quello di realizzare il tuo primo blog, non temere ci sono ottime possibilità che tu possa riuscirci anche con un risultato soddisfacente sia per la gratifica sia per l’aspetto funzionale del sito.

 

Installare WoordPress sul proprio server o meglio Hosting

Il primo step da fare è quello di decidere dove acquistare lo spazio web, in altri termini decidere dove risiederà wordpress, dunque il proprio sito internet.

In rete facendo una rapida ricerca, si possono trovare ottime soluzioni con costi contenuti per avviare il proprio progetto. Ah Dimenticavo … Ancor prima di decidere su quale hosting poggerà il sito è necessario decidere il nome dominio che sarà il vero e proprio nome del Blog o sito ! Per acquistare o meglio per verificare la disponibilità del dominio, collegatevi a questa pagina dal nome WhoIs  e verificate la disponibilità del nome che avete pensato.

Una volta individuato il nome dominio e scelto su quale hosting poggerà il progetto digitale, possiamo passare alla vera e propria realizzazione di un sito internet.

Installare WordPress sul proprio spazio web

Il secondo step per la realizzazione del proprio sito web è quello di scaricarsi il CMS WordPress e caricarlo sull’hosting che avete scelto. Per poter scaricare WP collegatevi a questo indirizzo :  https://it.wordpress.org/

E avviate il download.

A download terminate occorre munirsi di un software ftp come ad esempio FileZilla ma ne esistono molti altri, a te la scelta su quale usare.

Una volta installato un software ftp, occorre andare a riempire i campi necessari per permettere il collegamento tra il pc dove è stato scaricato WP e l’hosting che ospiterà il sito web.

Dunque, aprendo il software ftp occorre inserire nel campo HOST il nome del vostro dominio, Il nome dell’accaunt la password e inserire come porta la 21 ( porta di default ).

Creazione del sito web con la scelta del tema

Effettuati primi due step di questo articolo, si passa alla fase realizzativa vera e propria. Per avviare la costruzione del sito, bisogna scegliere il tema recandosi nel pannello di controllo di WP e scorrere il mouse in “ aspetto “ a seguire “ tema “. Una volta individuato il tema è necessario abilitarlo, non appena attivato vi troverete un sito già navigabile anche se privo di contenuti e non ancora graficamente sufficiente.

I temi possono essere sia gratuiti che a pagamento. A voi la scelta.

Il passo seguente è quello di cominciare a creare contenuti, quindi pagine che parlino del progetto se un blog, un sito aziendale e o e-commerce.

Per creare nuove pagine bisogna cliccare nel pannello di controllo nella sezione “ pagine “. Se invece dovete modificare delle pagine esistenti, è necessario individuare quale pagina correggere e cliccare su modifica.

Bene questo articolo è un riassunto nei minimi termini per poter realizzare un sito. Nei prossimi articoli andremo ad approfondire nello specifico ogni singolo aspetto per realizzare un sito professionale ma come in ogni cosa lo studio la dedizione e soprattutto l’esperienza apporteranno dei grandissimi benefici sia professionali che personali.

Nessun commento ancora

Lascia un commento